Aruba

 

Prodotti

Tour di gruppo, Fly and Drive, Crociere e altre proposte di viaggio

Alberghi

Gli alberghi per tutte le esigenzee

Località

I posti più belli da visitare

Presentazione


Presentazione

Questa minuscola e arida isola, situata di fronte alla costa del Venezuela, per lo splendore delle sue spiagge perennemente assolate vi lascerà sbalorditi. Il turismo qui è molto sviluppato e si divide in due principali categorie: quella dei tipi da spiaggia che provengono dall'America settentrionale e dall'Olanda e quella dei latini che navigano lungo le coste, quasi tutti in cerca di percorsi alternativi. Abbronzatissimi, li si può trovare appoggiati al bancone del bar della piscina oppure al casinò a tentare la fortuna.
Sebbene il turismo in grande scala domini l'isola, ci sono ancora zone poco sviluppate sulla costa settentrionale battuta dal vento; l'interno, poi, è abitato solamente da capre e da contorti alberi divi-divi. Questa regione ha tre inconvenienti: il clima secco, l'influsso dell'acqua di mare particolarmente salata e gli implacabili alisei. Si è creato però un magnifico paesaggio surreale che presenta parecchie somiglianze con le fotografie che Pathfinder ha mandato dal pianeta Marte. 

Paese: Regno dei Paesi Bassi
Superficie: 193 kmq
Popolazione: 71.218 abitanti (tasso di crescita demografica 0,55%)
Capitale: Oranjestad (20.700 abitanti)
Popoli: 80% meticci (europei, caribi e amerindi)
Lingua: olandese (lingua ufficiale), papiamento
Religione: 82% cattolica, 8% protestante, confuciana, ebraica, induista, musulmana
Ordinamento dello stato: Aruba è parte del Regno dei Paesi Bassi, ha ottenuto piena autonomia negli affari interni nel 1986, con la separazione dalle Antille Olandesi. Il governo olandese è responsabile della difesa e degli affari esteri.
PIL: 1,94 miliardi di dollari
PIL pro capite: 28.000 dollari
Tasso annuale di crescita: -1,5%
Inflazione: 3,2%
Settori/prodotti principali: turismo, strutture e mezzi per il trasbordo delle merci, raffinazione del petrolio, apparecchiature e macchinari elettrici, arte e oggetti da collezione, aloe, bestiame, pesce
Partner economici: Colombia, Panama, USA, Antille Olandesi, Venezuela, UK 

 

 

Da vedere


Da vedere

Oranjestad
La luminosa e ventilata capitale di Aruba, con i suoi colori pastello, è situata sottovento, sulla costa meridionale dell'isola, appena a sud-est dell'area principale in cui sorgono le strutture turistiche. La città ha un sapore particolarmente olandese, anche grazie alla moda attuale della finta architettura coloniale. La maggior parte dei turisti si reca in questa città per le sue boutique e i duty-free shop, ma ci sono anche tre piccoli musei che meritano di essere visitati se si è interessati alla storia dell'isola. Il Museo Archeologico ha pregevoli esposizioni sugli abitanti arawak di Aruba. Situato nel Forte Zoutman, un edificio del XVIII secolo che è stato restaurato, il Museo Arubano raccoglie reperti di epoca precoloniale e coloniale. Se volete vedere che cosa tintinnava nelle tasche degli uomini di un tempo, il Museo Numismatico ha una vasta collezione di monete provenienti da oltre 400 paesi, alcune delle quali vennero recuperate da naufragi avvenuti nella zona.
Una volta usciti dall'area commerciale, Oranjestad diventa più informale e vivace. Gli spartani bar locali sono luoghi piacevoli dove restare a guardare dello sport e a bere birra con la gente del posto.

Palm Beach e Eagle Beach
Prendete un tratto di bellissima natura, aggiungete qualche monolito in cemento, una foresta di ombrelloni di foglie di palma, una flottiglia di giocattoli per gli sport acquatici e avrete un'idea del parco giochi attrezzato che è sorto nella località turistica che si estende da Eagle Beach a Palm Beach. Non si può negare che la sabbia sia tanto soffice, fine e dorata come tutti la desidererebbero e che l'acqua assomigli a quella di una pubblicità del Bacardi, ma non si deve ignorare il fatto che questo tratto di costa è stato interamente commercializzato per procurare al maggior numero di persone possibile proprio una tipica spiaggia caraibica. Ci sono comunque posti affollati ben peggiori. Palm Beach è ottima per nuotare e per fare snorkelling e Eagle Beach è talmente grande e abbagliante che non riuscirebbe a stare in un obiettivo grandangolare. Se però volete scoprire ciò che Aruba può offrire, non passate tutto il tempo su queste spiagge in posizione orizzontale!

Natural Bridge
Il ponte naturale di Aruba è stato formato nei millenni dai flutti che hanno corroso una porzione della costa rocciosa settentrionale. Con i suoi 30 m di lunghezza e 7 m di altezza costituisce una buona alternativa alla spiaggia, dove scattare fotografie del vostro gruppo. Si possono inoltre gustare frullati di frutta molto buoni al 'pronto soccorso sete' che si trova sulla cima dello sperone di roccia. Andicuri Beach, a pochi passi dal ponte, è la spiaggia in cui i nuotatori esperti possono praticare il surf con la boogie-board.

Arikok National Park
Aruba non ha molta terra a disposizione per cui è notevole il fatto che quasi il 20% dell'isola sia stata dedicata al Parco Nazionale di Arikok, che comprende una buona parte dell'interno e un lungo tratto della costa sopravento settentrionale. Il parco contiene tracce di tutte le forze significative che hanno agito sulla storia di Aruba, tra cui le incisioni rupestri degli Arawak nella Grotta Fontein, i resti di insediamenti rurali olandesi a Masiduri, gli edifici delle piantagioni nella Valle di Prins e le rovine di una miniera d'oro a Miralamar. Il parco comprende il Monte Jamanota (188 m), il punto più elevato dell'isola. Se in aereo non siete riusciti ad avere un posto vicino al finestrino e volete avere una veduta panoramica completa dell'isola, vale la pena di percorrere la breve ma impervia salita per raggiungere la cima del Monte Jamanota.
C'è una strada che attraversa il parco, ma apprezzerete di più il territorio percorrendo a piedi uno dei sentieri. Tenete gli occhi aperti perché il serpente a sonagli di Aruba, senza sonagli, risiede nel luogo.

 

Profilo economico - Lingua - Valuta


Economia


Lingua

olandese (lingua ufficiale), papiamento


Valuta

fiorino di Aruba (Af)

 

Geografia - Distanze - Clima - Fuso orario


Geografia

Aruba ha la forma di un parallelogramma irregolare che misura 32 km di lunghezza e 10 km di larghezza e ha circa la stessa superficie di Washington, DC. La posizione di Aruba nel mare dei Caraibi, 30 km a nord del Venezuela e 1590 km a sud di Miami, è ciò che la rende diversa da Washington. L'isola è arida e piuttosto pianeggiante: il punto più alto è la cima del Monte Jamanota (188 m). I 'sofferenti' alberi divi-divi, che crescono sempre rivolti a ovest, e i cactus, che vanno dalle dimensioni di un'unghia a quelle di un palo del telegrafo, costituiscono la vegetazione principale di Aruba. Le colline aride e rocciose sono accese dai colori di robusti fiori selvatici, resistenti al sale. Alcune piante da fiori introdotte e coltivate, come buganvillea, ibisco, oleandro, frangipane, poinsettia, sono rigogliose dove è disponibile l'acqua dolce. La fauna comprende solamente lucertole, capre, asini e... nottambuli patiti del casinò. Tra gli uccelli, molti dei quali marini e migratori, tipici gli sfacciati bananaquit, che rubano lo zucchero dai tavoli intorno alla piscina, l'irreprensibile chuchubi, il timido ma intelligentissimo troupial, e altri ucelli migratori. Aruba è calda, secca e spazzata dagli alisei tutto l'anno, e ha in genere temperature massime di 27-33°C. I mesi più caldi sono agosto e settembre, quelli più freschi gennaio e febbraio. La pioggia è scarsa, e lo si capisce dal territorio arido dell'isola. Le rare e preziose nuvole che passano di qui scaricano la loro poca acqua tra ottobre e gennaio. Aruba si trova al di fuori dell'arco degli uragani, quindi anche da giugno a novembre, durante la stagione degli uragani nei Caraibi, non c'è di che preoccuparsi.


Distanze


Clima

L'alta stagione turistica va da metà dicembre a metà aprile, ma ciò dipende più dal clima del Nord America e dell'Europa che dal clima di Aruba. È quindi meglio visitare l'isola in periodi diversi da questo, quando le camere d'albergo costano quasi la metà.


Fuso orario

quattro ore indietro rispetto al meridiano di Greenwich

 

Formalità - Servizi turistici - Salute


Formalità

Ai viaggiatori italiani non è richiesto il visto turistico. All'arrivo sarà sufficiente esibire il passaporto con una validità residua di almeno sei mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. La permanenza consentita è di 180 giorni trascorsi i quali occorrerà recarsi al locale ufficio immigrazione per richiedere una estensione del soggiorno.


Servizi Turistici

Ad Aruba ci sono le migliori spiagge dei Caraibi olandesi e probabilmente alcune delle migliori della regione, che apprezzerete soprattutto se non vi dispiace riposare all'ombra dei grandi alberghi. Le più frequentate dell'isola sono nel tratto di costa artificiale che si trova sottovento, protetto dalla scogliera, a nord-est di Oranjestad. Queste spiagge comprendono i resort di Druif Beach, Palm Beach e Eagle Beach. Tra le meno affollate vi consigliamo Arasji Beach, all'estremità nord-occidentale dell'isola, la piccola baia di Baby Beach all'estremità sud-orientale e Boca Grandi, priva di costruzioni, che è uno dei pochi luoghi della costa settentrionale in cui si può nuotare. Aruba, grazie ai forti alisei, è ottima per il windsurf. Il posto preferito dai surfisti esperti è la Fisherman's Hut, appena a nord di Palm Beach. A Malmok, poco più a nord, è facile essere circondati da altri surfisti, mentre la Bachelor's Beach, a sud-est, è popolare tra coloro che vogliono un po' più di spazio. Si può noleggiare attrezzatura da windsurf un po' ovunque. I nuotatori esperti possono provare a uscire con la boogie-board ad Andicuri, al centro della costa settentrionale. Si possono praticare immersioni e snorkelling presso la scogliera che si estende lungo la costa sottovento. La visibilità può raggiungere i 30 m e la vita marina abbonda, anche se le immersioni non sono così spettacolari come quelle che si possono fare alle vicine Bonaire e Curaçao. I relitti di un mercantile tedesco e di una petroliera risalenti alla seconda guerra mondiale, entrambi al largo della costa di Malmok, sono le due mete favorite dei sub. I luoghi per fare snorkelling comprendono Boca Grandi, dove si può vedere il bel corallo corno d'alce, Palm Beach e Baby Beach. Gli yacht offrono crociere lungo la costa con fermate durante le quali si può fare snorkelling e nuotare. È possibile anche noleggiarli per uso privato. Se siete interessati alla pesca d'altura potrete pescare sgombri, pesci tamburo e marlin. La Aruba Tourism Authority organizza escursioni a piedi con guide naturaliste e a Daimari, a nord dell'isola, si possono fare uscite a cavallo.


Salute

vaccinazioni consigliate: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide. In genere l'acqua del rubinetto è sicura, tuttavia è più prudente bere sempre acqua imbottigliata. In alternativa l'acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni. Altri rischi: scottature, disidratazione. Consigliamo di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese.

 

Abbigliamento - Cucina - Shopping - Elettricità - Telefonia - Foto e video


Abbigliamento

Come in altri paesi del Centro America, dipende sempre in che parte del paese si intende viaggiare: abbigliamento leggero ed estivo è essenziale sulla costa, comodo e pratico per escursioni e tours. Sempre un cappellino per proteggersi dai forti raggi solari, occhiali da sole, e un indumwnto per ripararsi dalla pioggia durante la stagione unmida oltre ad una felpa o un maglioncino per proteggersi dall'aria condizionata


Cucina

Nelle isole caraibiche si mangia ottimamente. E' quindi un peccato lasciarsi andare ai menù internazionali dei ristoranti dei centri turistici. I piatti locali sono deliziosi, frutto di un mix gastronomico di cucina precolombiana (degli arauchi e dei caribi) con quella africana, francese, spagnola, inglese, indù e indonesiana. Molta influenza hanno i frutti (mango, papaia, avocado, ecc.) su pietanze, contorni e, ovviamente, sui succhi e sui drink anche alcolici. Nelle esplorazioni gastronomiche locali, dimenticate la carne bovina: solo con pollo, maiale, montone, pesce e crostacei si ha la certezza della freschezza. Per quanto riguarda le bevande dovete fare affidamento alla birra, peraltro buona (addirittura ottima la giamaicana Red Stripe). Il vino si trova solo nei ristoranti internazionali. Il Caribe è il paradiso del rum (i giamaicani Appleton Estate e Myer's e il cubano Havana Club), degli amari di angostura (Trinidad) e del liquore curaçao dell'omonima isola. Tra i cocktail segnalo la Piña colada e il Cuba libre.


Shopping


Elettricità

110V, 60Hz


Telefonia


Foto e Video

Si consiglia di portare materiale foografico dall'Italia come bagaglio a mano e non in valigia, poichè i controlli a raggi x in aeroporto potrebbero danneggiarlo.