Saint Vincent E Grenadine

 

Prodotti

Tour di gruppo, Fly and Drive, Crociere e altre proposte di viaggio

Alberghi

Gli alberghi per tutte le esigenzee

Località

I posti più belli da visitare

Presentazione


Presentazione

Saint Vincent e Grenadine formano una nazione composta da isole, famosa tra coloro che trascorrono l'inverno viaggiando sul proprio yacht, tra l'aristocrazia e tra le rock star, ma poco frequentata dalla maggior parte degli altri visitatori. Saint Vincent è un'isola gradevole, un po' fuori mano e dalla costa frastagliata, mentre le altre 30 isole e atolli che formano le Grenadine sono tra le più frequentate mete crocieristiche dei Caraibi. Le Grenadine sembrano quasi delle pietre da guado tra Saint Vincent e Grenada e sono circondate da barriere coralline e da acque trasparenti e azzurre, ideali per le immersioni, per fare snorkelling e per andare in barca. Le isole abitate sono poco più di una decina, e anche queste sono poco popolate e poco sviluppate. Nonostante ciò, alcune isole delle Grenadine, come Mustique e Palm Island, sono frequentate da persone ricche e famose; altre, come Bequia e Union Island, attirano lupi di mare e giramondo di tutte le nazionalità, e offrono locali decorosi in cui pernottare e in cui mangiare.

Nome completo del paese: Saint Vincent e Grenadine
Superficie: 389 kmq
Popolazione: 120.519 abitanti (tasso di crescita demografica 0,3%)
Capitale: Kingstown (17.600 abitanti)
Popoli: 66% africani, 19% meticci, 6% indiani orientali, 2% amerindi dei Caraibi, 7% europei e altri
Lingua: inglese (uff.), creolo-inglese
Religione: 47% anglicana, 28% metodista, 13% cattolica, avventista del settimo giorno, induista, altri protestanti
Ordinamento dello stato: nazione indipendente all'interno del Commonwealth britannico

 

Da vedere


Da vedere

Kingstown
Kingstown è apprezzabile per la sua atmosfera tipica delle Indie occidentali più che per le grandi attrattive. È un buon posto in cui rilassarsi e nelle sue vie acciottolate si possono fare gradevoli passeggiate. I venditori situati lungo Bay Street e Bedford Street, la folla del mercato del pesce e nei negozi di rum e gli edifici coloniali di pietra creano nella città un'atmosfera unica.
Kingstown è famosa per le sue chiese. La St Mary Cathedral of the Assumption (cattolica), costruita intorno al 1820, ha un aspetto eclettico dato dalle colonne e dagli archi in stile romanico, dalle guglie gotiche e dalle decorazioni moresche. Tra le altre chiese degne di nota ci sono la St George's Cathedral, in stile giorgiano, e la Kingstown Methodist Church.

Bequia
Quest'isola deliziosa, collinosa e verdeggiante si trova a solo un'ora di barca da Saint Vincent. È l'isola più grande delle Grenadine (anche se questo non dice molto) e una volta le attività principali erano la costruzione delle navi e la caccia alle balene. Oggi la maggior parte delle attività marittime è legata alla navigazione e alla costruzione di modelli di imbarcazioni. Il centro commerciale dell'isola è Port Elizabeth, che si trova di fronte ad Admiralty Bay, sulla costa occidentale. La cittadina offre il giusto equilibrio tra aspetti pittoreschi e moderne comodità. Ci sono abitanti di tutte le nazionalità e molti dei ristoranti e dei negozi sono gestiti da stranieri residenti. Molti degli esercizi commerciali del lungomare sono rivolti ai marinai e cercano di evitare il turismo chiassoso, mentre la Friendship Bay, sulla costa settentrionale dell'isola, è più orientata verso il turismo. La baia ha una spiaggia di sabbia dorata e le sue acque sono indicate per il nuoto e il windsurf. L'Antheneal's Private Petite Museum di Friendship Bay, espone l'attrezzatura per la caccia alle balene, attività appartenente ormai al passato di Bequia.

Union Island
Union Island, il porto più meridionale di ingresso al paese, svolge la funzione di punto di partenza per le Tobago Cays, piuttosto che di meta turistica. Di conseguenza, uscendo dal porto di Clifton, potrete immergervi in una forte atmosfera locale non ancora contaminata dal turismo. Nel suo punto più largo l'isola misura circa 5 km. Il territorio è roccioso e arido, coperto da cespugli spinosi e punteggiato di cactus perché per decenni le capre hanno pascolato liberamente sull'isola.
Clifton si trova nell'angolo sud-orientale dell'isola ed è anche il suo centro commerciale. Più funzionale che pittoresca, Clifton è il fulcro dell'industria delle escursioni a Tobago Cays. Percorrendo a piedi brevi tratti dal centro della città si possono ammirare belle vedute dell'isola e delle isole vicine. Pochi turisti arrivano fino a Ashton, situata sulla costa meridionale dell'isola. Per questo motivo è un luogo interessate dove potrete immergervi completamente nell'atmosfera delle Indie occidentali.

Tobago Cays
Le Tobago Cays sono un gruppo di isole disabitate, situate vicino all'estremità meridionale delle Grenadine. Molti le considerano le isole migliori della zona, per le belle barriere coralline e le acque turchesi. Le isole sono rocciose e punteggiate di cactus, delimitate da piccole baie e da spiagge di sabbia bianca e finissima. Il paese ha dichiarato queste isole parco nazionale. Le principali attrattive delle Cays sono lo snorkelling, il nuoto e i bagni di sole.

 

Profilo economico - Lingua - Valuta


Economia

PIL: 289 milioni di dollari
PIL pro capite: 2400 dollari
Tasso annuale di crescita: -0.5%%
Inflazione: -0,4%
Settori/prodotti principali: turismo, industria alimentare, cemento, mobili, vestiario, racchette da tennis, taro, banane, noci di cocco, patate dolci, spezie, pecore, maiali, capre, pesce
Partner economici: paesi della CARICOM (Comunità Economica dei Paesi Caraibici), Regno Unito, USA, Trinidad & Tobago


Lingua

Inglese (uff.), creolo-inglese


Valuta

Dollaro dei Caraibi orientali (EC$)

 

Geografia - Distanze - Clima - Fuso orario


Geografia

Saint Vincent, l'isola più settentrionale, è il centro commerciale e politico del paese, comprendente il 90% della superficie e della popolazione nazionali. L'isola vulcanica ha una vegetazione lussureggiante e le sue valli profonde sono coltivate a banane, cocco e marante. La zona settentrionale, che comprende un terzo dell'isola, è dominata da un interno montuoso e la cima più alta è quella del vulcano attivo La Soufrière, con i suoi 1200 m di altitudine. Quasi tutto l'anno le vette che si trovano in questa parte dell'isola sono circondate da nuvole, che si formano con l'umidità portata dagli alisei freschi di sud-ovest in arrivo dall'Atlantico. Sono poche le nuvole che riescono a oltrepassare le montagne, di conseguenza i due terzi meridionali dell'isola sono molto più secchi che il nord. Le Grenadine sono cime vulcaniche rocciose o piccole isolette che spuntano appena sulla superficie dell'acqua. Bequia, la più grande, ha una superficie di soli 18 kmq e ciascuna delle Tobago Cays si estende per pochi ettari. Molte delle isole sono aride e coperte di cespugli e non hanno altra acqua dolce che quella fornita dalla pioggia. Gran parte dell'interno di Saint Vincent è coperto da foresta pluviale. Le pianure sono fittamente coltivate a palme da cocco e banani. La Mesopotamia Valley, a nord-est di Kingstown, in cui sorgono diverse fattorie, è una delle zone più fertili dell'isola e presenta una vegetazione lussureggiante. Il pappagallo di Saint Vincent, specie in pericolo di estinzione, è un simbolo nazionale. Si tratta di un pappagallo amazona della lunghezza di 45 cm che vive nella foresta pluviale di Saint Vincent, così come numerose altre specie di uccelli. La foresta fornisce anche un habitat all'opossum (chiamato localmente manicou) e all'aguti, un roditore dal pelo corto simile al coniglio. Le tre specie di serpenti di Saint Vincent, tutte innocue, comprendono il serpente del Congo, che si arrotola intorno ai rami degli alberi.


Distanze


Clima

La temperatura e il dolce clima di Saint Vincent cambiano raramente. Le temperature massime variano di circa 2°C da gennaio a luglio. Per quanto riguarda la pioggia la situazione è diversa. Luglio è il mese più piovoso, con una media di 26 giorni di pioggia, mentre aprile è il mese più secco, con una media di sei giorni di pioggia. Il periodo più secco va da gennaio a maggio. Questo è il periodo migliore per visitare il paese, che coincide, però, con l'alta stagione turistica. In genere, le Grenadine tendono a essere meno piovose di Saint Vincent.


Fuso orario

4 ore indietro rispetto al meridiano di Greenwich, 5 ore indietro rispetto all'Italia.

 

Formalità - Servizi turistici - Salute


Formalità

Ai viaggiatori di nazionalità italiana, così come a quelli di molte altre nazionalità, non è richiesto il visto d'ingresso se il soggiorno per motivi turistici non supera i 90 giorni. All'arrivo sarà necessario esibire il passaporto con una validità residua di almeno sei mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.


Servizi Turistici

Su tutte le Grenadine ci sono bellissime spiagge di sabbia bianca e alcune spiagge di sabbia gialla e nera a Saint Vincent. A parte prendere il sole e costruire castelli di sabbia, sulle isole si possono fare immersioni e snorkelling di ottima qualità. Le acque offrono una visibilità eccellente e barriere coralline. Coloro che fanno immersioni troveranno spugne colorate, coralli, gorgonie, corallo nero e alcuni relitti affondati. Gli alisei soffiano costantemente rendendo la zona ideale per il windsurf: provate ad andare alla Friendship Bay di Bequia. A Saint Vincent si possono fare molte belle escursioni a piedi, come quelle comprese nel Vermont Nature Trails, o quella lungo il sentiero più impegnativo che porta, tempo permettendo, fin sull'orlo del cratere del vulcano La Soufrière, passando attraverso le piantagioni di banane e la foresta pluviale. Dalla cima del vulcano si può vedere l'interno del cratere.


Salute

vaccinazioni consigliate: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide. In genere l'acqua del rubinetto è sicura, tuttavia è più prudente bere sempre acqua imbottigliata. In alternativa l'acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni. Altri rischi: scottature, diarrea del viaggiatore, parassitosi intestinali. Consigliamo di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese.

 

Abbigliamento - Cucina - Shopping - Elettricità - Telefonia - Foto e video


Abbigliamento

Come in altri paesi del Centro America, dipende sempre in che parte del paese si intende viaggiare: abbigliamento leggero ed estivo è essenziale sulla costa, comodo e pratico per escursioni e tours. Sempre un cappellino per proteggersi dai forti raggi solari, occhiali da sole, e un indumwnto per ripararsi dalla pioggia durante la stagione unmida oltre ad una felpa o un maglioncino per proteggersi dall'aria condizionata


Cucina

Nelle isole caraibiche si mangia ottimamente. E' quindi un peccato lasciarsi andare ai menù internazionali dei ristoranti dei centri turistici. I piatti locali sono deliziosi, frutto di un mix gastronomico di cucina precolombiana (degli arauchi e dei caribi) con quella africana, francese, spagnola, inglese, indù e indonesiana. Molta influenza hanno i frutti (mango, papaia, avocado, ecc.) su pietanze, contorni e, ovviamente, sui succhi e sui drink anche alcolici. Nelle esplorazioni gastronomiche locali, dimenticate la carne bovina: solo con pollo, maiale, montone, pesce e crostacei si ha la certezza della freschezza. Per quanto riguarda le bevande dovete fare affidamento alla birra, peraltro buona (addirittura ottima la giamaicana Red Stripe). Il vino si trova solo nei ristoranti internazionali. Il Caribe è il paradiso del rum (i giamaicani Appleton Estate e Myer's e il cubano Havana Club), degli amari di angostura (Trinidad) e del liquore curaçao dell'omonima isola. Tra i cocktail segnalo la Piña colada e il Cuba libre.


Shopping


Elettricità

110V, 60 Hz


Telefonia


Foto e Video

Si consiglia di portare materiale foografico dall'Italia come bagaglio a mano e non in valigia, poichè i controlli a raggi x in aeroporto potrebbero danneggiarlo.