U.S.A.

viaggio tra modernita' e storia

 

Per avere maggiori informazioni specifiche sulle aree geografiche più importanti seleziona l'area di interesse, e scoprirai i pacchetti turistici, le località e gli alberghi che abbiamo selezionato per te.
Per informazioni a carattere generale sulla destinazione puoi consultare le schede qui di lato.

 

Presentazione


Presentazione

Quando si pensa agli Stati Uniti si pensa inevitabilmente ai grattacieli, agli Indiani ed ai cow boys. Ma c’è molto di più e, data la vastità del territorio, non è facile spiegarlo in poche righe. Quello che si può affermare con certezza è che non è possibile visitare tutto in una volta sola. Conviene concentrarsi su di una zona e cercare di conoscerla al meglio. Qui si può trovare di tutto: dal deserto alle montagne più alte (le Montagne Rocciose americane), dagli estesi campi di grano alle paludi tropicali....Per riassumere potremmo dividere questo grande Paese in tre grandi aree: l’Est, il Centro e l’Ovest. Ogni area potrebbe essere divisa a sua volta in Nord e Sud.

Il NORD EST è la culla della Nazione. Qui è cominciato il viaggio dell’Unificazione e dell’Indipendenza, non a caso la maggior parte degli Stati che troviamo in questa zona fanno parte del “New England” e sono collegati tra loro dalla “Heritage Trail”, il cammino dell’eredità spirituale. In molte località potrete trovare dei Musei che illustrano in modo dettagliato le prime fasi della colonizzazione inglese e quelle della lotta per l’Indipendenza. Qui si trova anche la capitale degli U.S.A., Washington, e la città più celebrata del mondo, New York.

Il SUD EST è la terra del sole, delle case coloniche (ricordate Via col Vento ') delle piantagioni di prima della guerra civile. Questa regione del Paese offre anche molti svaghi soprattutto in Florida tanto da farle meritare il titolo di capitale delle località turistiche degli Stati Uniti. Qui infatti troviamo bellissime spiagge, grandi parchi di divertimenti (Disney World, Epcot Center, Sea World), il mondo fantastico del Kennedy Space Center. La Georgia, il North e il South Carolina offrono, oltre a grandi spiagge, anche paesaggi di campagna e di montagna. Questi territori sono stati la patria dei Sudisti della Guerra di Secessione, l’ultimo baluardo dello schiavismo in America con le grandi piantagioni di cotone ed in fondo queste popolazioni sono, forse quelle dalle tradizioni più radicate.

Il CENTRO NORD è anche la zona dei Grandi Laghi. Sono cinque e sono estesi quanto veri mari interni tanto da formare il bacino d’acqua dolce più grande del mondo. Intorno a questi laghi si sono sviluppate grandi metropoli cosmopolite, (tra cui ricordiamo Chicago, il cuore economico degli States) e, se in fondo questa è un’area prevalentemente rurale, grossi centri industriali affiancano le città più importanti, senza però stravolgere la bellezza dei paesaggi ricchi di foreste rigogliose e la dolcezza dei dorati campi di grano.

Il CENTRO SUD offre un clima piacevole ed un aspetto paesaggistico che varia passando da colline boscose a praterie sconfinate fino ad arrivare a luccicanti spiagge di sabbia bianca lungo il Golfo del Messico. Nelle regioni più ad ovest trovate ancora lo spirito di frontiera con rodei, locali western ed attrazioni indiane, grandi allevamenti di cavalli purosangue il tutto condito con una spruzzata di cultura spagnola e messicana. Nelle regioni più ad est si respira ancora l’aria coloniale del periodo prima della guerra civile, senza contare New Orleans che costituisce un mondo a parte: il jazz.

Il NORD OVEST ci fa entrare nella leggenda. Le piste della migrazione sono state tracciate attraverso queste praterie e queste montagne. Qui la prima ferrovia transcontinentale ha preso forma ed ha aperto le porte ad un nuovo mondo: il West. Nelle città come Cheyenne e Virginia City troverete ancora intatta l’atmosfera del pionierismo, ma anche se non volete addentrarvi nella storia, potrete trovare paesaggi naturali di rara bellezza con i parchi nazionali come Yellowstone, le vette innevate delle Montagne Rocciose, i fiumi che scorrono tra i boschi verso un mare che si fonde con la terra.

Il SUD OVEST è una regione ricca di meraviglie naturali ed un susseguirsi di scenari spettacolari. Montagne dalle vette innevate, fiumi impetuosi, foreste lussureggianti ed enormi sequoie, ma anche deserti sconfinati, gole di nuda roccia rossa dal sapore preistorico. Tutto qui è immerso nel passato: città fantasma e villaggi di minatori in montagna si alternano ad antiche tracce di civiltà amerindia con le abitazioni scavate nella roccia ed i pueblos in stile messicano. Ma c’è anche un’altra faccia, quella frivola e luccicante di Hollywood e di Las Vegas, quella spensierata di Disneyland e delle città sulla costa come San Francisco e Los Angeles. Qualunque sia la zona che avete scelto troverete ovunque persone disponibili che vi metteranno a vostro agio e vi daranno sicuramente cortesia ed ospitalità.

 
  • Nome completo del paese: Stati Uniti d'America
  • Superficie: 9.629.091 kmq
  • Popolazione: 293.027.571 abitanti (tasso di crescita demografica 0,92%)
  • Capitale: Washington, DC (570.898 abitanti, 7.753.400 nell'area metropolitana Washington-Baltimore)
  • Popoli: 77,1% bianchi, 12,9% afroamericani, 4,2% asiatici, 1,5% nativi americani, 0,3% hawaiani e isolani del Pacifico, 4% altri popoli
  • Lingua: inglese, molte altre lingue (soprattutto spagnolo)
  • Religione: 56% protestante, 28% cattolica, 2% ebraica, 1% musulmana, 4% altre religioni, 10% nessuna
  • Ordinamento dello stato: repubblica federale di 50 stati (più 1 distretto federale)
  • Presidente: Barak Obama (2009)

 

Profilo economico - Lingua - Valuta


Economia

  • PIL: 10.450 miliardi di dollari
  • PIL pro capite: 36.300 dollari
  • Tasso annuale di crescita: 2,2%
  • Inflazione: 2,1%
  • Settori/prodotti principali: petrolio, gas naturale, industria meccanica, industria aeronautica e aerospaziale, telecomunicazioni, industria alimentare, elettronica e informatica, industria tessile, industria cinematografica, industria chimica e farmaceutica, industria metallurgica, legname e carta, patate, frumento, cereali, cotone, silvicoltura, bovini, suini, pollame, pesce
  • Partner economici: Canada, Messico, Giappone, Regno Unito, Cina, Germania


Lingua

Inglese, molte altre lingue (soprattutto spagnolo)


Valuta

Dollaro americano (US$) Pasti prezzi economici: US$3-10 prezzi medi: US$10-15 prezzi elevati: US$15-20 Pernottamento prezzi economici: US$12-60 prezzi medi: US$60-100 prezzi elevati: US$100-180 Se dormite in campeggi o in ostelli, viaggiate in autobus e comprate da mangiare al supermercato, dovreste cavarvela con circa US$50 al giorno; dormendo in motel e mangiando in bar o self service, si spendono US$100 al giorno; se poi vi concedete il lusso di noleggiare un'automobile, la spesa giornaliera arriva a US$150. E poi siete nella terra del consumismo e delle carte di credito. Se volete viaggiare con travellers' cheque, vi conviene sicuramente portarli in dollari, in tal caso saranno accettati come se fossero contanti nei ristoranti, negli alberghi e in molti negozi. Le carte di credito principali sono accettate dappertutto, anzi spesso sono necessarie per noleggiare una macchina o fare una prenotazione. Se il vostro bancomat è convenzionato con i circuiti principali, potete prelevare contante agli sportelli automatici. Nei ristoranti e negli alberghi il personale si aspetta la mancia. Nei ristoranti si lascia normalmente il 15% del conto, ma non nei fast-food o nei self-service. La mancia si dà spesso anche ai tassisti, ai baristi e al parrucchiere. Le imposte sulla vendita variano da stato a stato (in alcuni non ci sono), ma si aggirano intorno al 5-8%. I grandi alberghi aggiungono spesso una tassa del 15%. Prima di decidere dove pernottare, cercate di capire se il prezzo comprende tutte le tasse.

 

Geografia - Distanze - Clima - Fuso orario


Geografia

Gli USA continentali occupano una grande parte del Nordamerica che si estende 'dal mare al mare brillante'; a nord confinano con il Canada, a sud con il Messico. L'Alaska si protende dal Canada nordoccidentale e le Hawaii sono nell'Oceano Pacifico a 4000 km dalla costa occidentale. Le principali catene montuose sono tre: gli Appalachi a est, le Montagne Rocciose a ovest e la Sierra Nevada tra California e Nevada. Abbondano risorse naturali e immense distese di terreno fertile. La parte più densamente popolata è la costa atlantica, dove rimangono più forti le tracce della cultura europea, dove sorgono le più vecchie città degli USA come Boston, New York, Washington, Philadelphia e si sono svolti i fatti più salienti della storia del paese. La parte centrale della zona nordorientale è occupato dai Grandi Laghi (Superiore, Michigan, Huron, Erie, Ontario), più vasti della maggior parte dei paesi europei. Alcune città continentali del Midwest, come Chicago e Detroit, sono diventate porti di mare, grazie ai canali che collegano i laghi all'Oceano Atlantico. Il centro del paese, bagnato dai fiumi Mississippi, Missouri e Ohio, è il granaio della nazione. A ovest, nella regione delle Grandi Pianure, si stendono i principali territori per il pascolo: è la terra dei cowboy, che però oggi non hanno più i fedeli destrieri, ma scalcagnati furgoncini. Nel sud-est il territorio è prevalentemente desertico, il clima e la terra impoverita mantengono una densità di popolazione piuttosto bassa. Attraversando la Sierra Nevada si arriva sulla costa occidentale, abitata dagli americani da soli 150 anni, ma da sempre proiettata verso il futuro. Con una geografia così varia, gli USA hanno ovviamente diversi ecosistemi. La flora più imponente si trova nei sempreverdi della costa occidentale, dove ci sono le sequoie più vecchie del mondo. Negli stati orientali ci sono foreste di latifoglie, di aceri, di querce e di olmi, che in autunno esplodono in un tripudio di colori. I tre parchi nazionali più famosi sono: Yellowstone nelle Montagne Rocciose, Yosemite nella Sierra Nevada e il Grand Canyon in Arizona. Negli stati nord occidentali vivono ancora i più grandi mammiferi terrestri, come gli orsi bruni, i grizzly, gli alci e i cervi. Negli stati del sud si trova una fauna curiosa, primi fra tutti opossum e alligatori. Tra gli animali da evitare ricordiamo i serpenti a sonagli, gli orsi, i cinghiali e i coccodrilli.


Distanze


Clima

Il clima è temperato in quasi tutti gli stati. In generale, più si va a sud più fa caldo, e più si va a nord più estreme sono le differenze stagionali. Gli inverni del nord-est e del Midwest settentrionale sono lunghi e gelidi, mentre in Florida (che ha un clima tropicale) e nel sud della California si può anche fare il bagno. IL CLIMA Data la vastità del territorio il clima, che varia sostanzialmente tra Est ed Ovest, si potrebbe così riassumere: zona Atlantica: clima continentale, mitigato nella parte Sud dalla Corrente del Golfo zona Sud/Est: clima tropicale nella zona della Florida e più mitigato nella zona del golfo zona Centrale: con clima decisamente continentale con inverni secchi ed estati calde e secche zona Montagne Rocciose: clima vario più freddo al Nord e più mite al Sud con presenze di piogge zona Pacifica: clima temperato al Nord e clima subtropicale al Sud con estati molto lunghe Molti turisti visitano gli USA d'estate, proprio quando gli americani lasciano la città e vanno in vacanza. Per evitare le folle (soprattutto nei parchi nazionali) le stagioni più indicate sono la primavera e l'autunno. Quest'ultimo è il periodo migliore per recarsi nel New England e nella zona settentrionale dei Grandi Laghi, quando i colori della natura offrono uno spettacolo meraviglioso. Gran parte del territorio a est delle Montagne Rocciose d'estate è caldo e umido, soprattutto nel sud, mentre nei deserti compresi tra le Montagne Rocciose e la Sierra Nevada è molto caldo e secco, in particolare nel sud-ovest. Sulla costa meridionale della California il tempo è bello tutto l'anno, ma la vita da spiaggia si svolge soprattutto da giugno a settembre. Gli americani adorano le parate e lo sfarzo, perciò non mancano certo le feste pubbliche. Mezzo paese si blocca in occasione del Superbowl, la finale del campionato di football americano che si gioca a gennaio. Il Mardi Gras di New Orleans, a febbraio-marzo, è un delirio turistico e baccanale. A metà marzo si celebra, con sfilate e brocche di birra, il St Patrick's Day, soprattutto a New York e a Chicago. A maggio a Louisville si svolge il Kentucky Derby. Il 4 luglio si celebra l'Indipendence Day, con sbandieramenti di patriottismo, fuochi d'artificio e americanate varie. I viaggiatori incalliti non si devono perdere la National Hobo Convention a Britt nell'Ohio, che si tiene ogni anno in agosto. Gran festa il 31 ottobre per Halloween, quando i bambini vanno in giro per le case a chiedere caramelle, vestiti ancora peggio del solito; nel Greenwich Village, a West Hollywood e a San Francisco, con il classico atteggiamento contro corrente, si celebra invece con sfilate eleganti. L'ultimo giovedì di novembre gli americani si rimpinzano per il Giorno del Ringraziamento.


Fuso orario

Orientale (5 ore in meno rispetto al meridiano di Greenwich); centrale (-6); delle montagne (-7); del Pacifico (-8). La differenza tra una costa e l'altra è di 3 ore

 

Formalità - Servizi turistici - Salute


Formalità

***IMPORTANTE*** vi ricordiamo che dal 12 gennaio 2009 per entrare negli Stati Uniti sarà obbligatorio presentare la domanda di autorizzazione tramite internet prima di partire. Questo modulo sostituisce la scheda verde che finora è stata distribuita sugli aerei prima di atterrare. Consultate il sito Web di ESTA (https://esta.cbp.dhs.gov/) . N.B. Dal 26 ottobre 2004 per entrare negli Stati Uniti i visitatori dovranno essere provvisti di passaporti a lettura ottica secondo il programma Visa Waiver. (passeggeri con passaporto italiano). Questo requisito si applica a tutti i visitatori, adulti e bambini. A partire da tale data, ai passeggeri sprovvisti di passaporto individuale, non sarà consentito di entrare negli Stati Uniti secondo il programma Visa Waiver. INOLTRE si ricorda che dal 26 ottobre 2005, nell'ambito del Visa Waiver Program, su disposizioni del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti, tutti coloro che si recheranno negli USA, dovranno essere muniti di passaporto con foto digitale. Il visto non è richiesto se in possesso di passaporto a lettura ottica rilasciato precedentemente a tale data, pertanto, tutti i passeggeri con passaporto a lettura ottica senza foto digitale, con rilascio successivo al 26 ottobre 2005, dovranno necessariamente essere muniti di Visto. Si ricorda che anche i bambini dovranno avere il proprio passaporto. INOLTRE si ricorda che dal 26 ottobre 2006, nell?ambito del Visa Waiver Program, su disposizioni del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti, tutti coloro che si recheranno negli USA, dovranno essere muniti di passaporto con foto digitale e chip elettronico. Il visto non è richiesto se in possesso di passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato precedentemente al 26 ottobre 2005 o se si è in possesso di passaporto con foto digitale rilasciato precedentemente al 26 ottobre 2006, pertanto, tutti i passeggeri con passaporto a lettura ottica senza foto digitale, con rilascio successivo al 26 ottobre 2005 o con foto digitale con rilascio successivo al 26 ottobre 2006, dovranno necessariamente essere muniti di Visto. Si ricorda che anche i bambini dovranno avere il proprio passaporto.


Servizi Turistici

Qualunque cosa vogliate fare in America, dal bungee jumping alla mongolfiera, troverete sempre un posto in cui farlo e qualcuno che lo faccia con voi. E ovviamente ogni attività è più grande, più veloce, più ardua, più divertente e in genere migliore, che in ogni altro posto al mondo. Prendete il surf, per esempio. Forse non l'hanno inventato alle Hawaii, ma Oahu ne è sicuramente la patria spirituale; le leggendarie onde invernali di Waimea, di Sunset Beach e del Banzai Pipeline sono una delle esperienze più entusiasmanti che si possano fare. Ci sono ottimi luoghi in cui fare surf: Malibù, Rincon, Trestles e Mavericks sono solo i più famosi. Altri sport d'acqua che gli americani prediligono sono la vela, il windsurf, il kayak e il pericoloso e frastornante jetski. Sulle Montagne Rocciose, in particolare in Colorado, ci sono le località più famose per lo sci. Se evitate Aspen, Vail, Jackson Hole e Big Sky, trovate impianti di risalita a prezzi più convenienti e piste altrettanto belle. Il Lake Tahoe, sulla Sierra Nevada, è una stazione sciistica d'inverno e una località ideale per sport acquatici d'estate. In altri stati ci sono ottime possibilità di praticare cross-county. Negli ultimi anni lo snowboard ha rivoluzionato la tradizione degli sport sulla neve. Gli USA sono il paese più industrializzato del mondo, ma anche uno di quelli che offrono le migliori possibilità di escursioni a piedi, fra prati alpini della High Sierra o sentieri nella foresta degli Appalachi. I sentieri sono di norma ben tenuti, ben segnalati e ben controllati. Ma non è difficile perdersi se ci si inoltra nel bosco, dove potreste trovarvi in compagnia di inquietanti rumori e di un immenso cielo nero. Alpinismo e climbing si praticano soprattutto nella Sierra Nevada e sulle Montagne Rocciose. El Captain e Half Dome sono luoghi leggendari per le scalate, sulle pareti granitiche dello Yosemite National Park. La cima più alta dei 48 stati continentali è il Mount Whitney (4350 m), che si trova in California all'interno del Sequoia and Kings Canyon National Park. I ciclisti non si facciano scoraggiare dal primato incontrastato delle automobili; sono molte le città in cui i diritti dei ciclisti vengono rispettati e non è raro vederli mentre si godono il paesaggio proprio quando gli automobilisti soffrono nelle loro scatole di lamiera. Noleggiare biciclette, anche di buona qualità, è piuttosto facile in tutti gli USA, e normalmente nello stesso posto vi possono anche dare informazioni su quali strade seguire. Le mountain bike hanno negli USA una lunga e gloriosa storia, soprattutto in California dove sono state inventate. Se vi rimane ancora un po' di energia, provate ad andare a cavallo al Central Park di New York, o a fare rafting nel Fiume Snake in Idaho, o ancora a esplorare le grotte delle belle Carlsbad Caverns in New Mexico.


Salute

Non ci sono particolari controindicazioni sanitarie

 

Abbigliamento - Cucina - Shopping - Elettricità - Telefonia - Foto e video


Abbigliamento

Non ci sono particolari indicazioni circa l'abbigliamento.


Cucina

La cucina americana standard viene servita dovunque in trattorie, tavole calde, bar, rosticcerie e ristoranti economici. L'insalata viene di solito proposta per prima, in diversi modi - italiana, francese, Thousand Island, blue cheese, ranch e così via. A seguire, una minestra oppure degli antipasti (starters o appetizers), come bucce di patata fritte con formaggio, ali di pollo alla griglia o pane all'aglio. Il piatto principale in genere è costituito da una delle decine di varianti che è possibile ottenere con un hamburger e un panino, di solito serviti con una montagna di patatine fritte; si possono avere anche patate al forno, schiacciate o hash browned (grattugiate e fritte). Altri piatti piuttosto comuni sono un mezzo pollo, in genere alla griglia e servito con salsa piccante; costine di maiale con salsa piccante; pesce, servito con la salsa tartara; bistecca, pollo o braciola di maiale al sugo; roast beef, tacchino o maiale arrosto serviti con sugo e/o salsa. Come dessert si possono provare la torta caramellata al cioccolato (fudge cake), le torte al formaggio, alle carote, alla samara e limetta, alle pesche e alle mele, il mud pie o la death by chocolate (morte di cioccolato). Il caffè è molto più diffuso del tè e in genere si può scegliere tra normale e decaf (decaffeinato), con latte o panna o normale. Quando si ordina una cola viene chiesto se si preferisce una Coke (Coca Cola) o una Pepsi. Alcune bibite statunitensi sono poco note: la Dr Pepper è una specie di gassosa aromatizzata con la salsapariglia; la Mountain Dew (Rugiada di montagna) è un liquido giallo con molto zucchero e caffeina. Per avere una bibita con poche calorie e senza caffeina si può ordinare una club soda (cioè acqua di selz). La birra venduta negli USA ha un contenuto alcolico inferiore rispetto a quella venduta nel resto del mondo. Tutti i bar hanno un'ampia scelta di superalcolici, sempre serviti con molto ghiaccio ('on the rocks') a meno che non li si chieda lisci ('straight up'). Il whisky statunitense (whiskey) è chiamato bourbon se è prodotto nel Kentucky, semplicemente whiskey se proviene da un altro stato. Se si vuole un whisky scozzese bisogna chiedere uno scotch.


Shopping

Una delle cose più divertenti da fare durante un viaggio a New York è dedicarsi allo shopping. Maniaci degli acquisti o no, chiunque durante un viaggio a New York si ritroverà a fare spese molto più spesso di quanto avrebbe potuto immaginare. Prezzi accessibili, l'euro forte e soprattutto una scelta infinita di prodotti, molti dei quali davvero unici, fanno di New York la capitale mondiale dello shopping. Districarsi fra mall, shop, market e boutique può essere piuttosto stressante, soprattutto per chi sa già cosa vuole acquistare e ha poco tempo a disposizione. E così mentre i newyorkesi più trendy si avvalgono dell'aiuto dei personal shopper, noi scegliamo di immergerci in uno "shopping tour", un viaggio guidato fra i negozi più originali, più nuovi e più famosi di New York. Prima di metterci in cammino la nostra accompagnatrice si informa sui nostri interessi e su cosa vorremmo riportare in Italia dal nostro viaggio a New York e basandosi sulle nostre risposte ci organizza una giornata di shopping su misura. Quello che ci viene offerto è non solo un modo divertente di fare acquisti, ma anche un sistema originale per conoscere e vivere la città


Elettricità

110V


Telefonia

Per chiamare dall'Italia verso gli Stati Uniti è necessario comporre il prefisso 001 seguito dal numero desiderato e per chiamare dagli Stati Uniti verso l'Italia bisogna comporre lo 0039 seguito dal numero desiderato.


Foto e Video

Si consiglia di portare materiale foografico dall'Italia come bagaglio a mano e non in valigia, poichè i controlli a raggi x in aeroporto potrebbero danneggiarlo.