U.S.A. OVEST

 

Prodotti

Tour di gruppo, Fly and Drive, Crociere e altre proposte di viaggio

Alberghi

Gli alberghi per tutte le esigenzee

Località

I posti più belli da visitare

Presentazione


Presentazione

Gli stati pressochè desertici e scarsamente abitati di Arziona, Nevada, New Mexico e Utah concentrano i paesaggi più spettacolari degli Stati Uniti, il Far West dei film, da Ombre Rosse a Wyatt Earp e una grande presenza di popolazioni indiane; ma in effetti il sudovest si allarga ai vicini stati di Colorado, California e Texas.
Indispensabile spostarsi in auto per raggiungere gli angoli più affascinanti e remoti, o unirsi ad uno dei molti tour organizzati che toccano le attrazioni più famose.
La maggior parte dei visitatori si concentra nei mesi estivi, e le sistemazioni al Grand Canyon e negli altri parchi raggiungono il limite della capienza. Ma nelle parti più basse del deserto la temperatura è troppo alta per consentire la visita. In inverno gli altopiani si coprono di neve e dunque i mesi migliori sono la tarda primavera, quando il deserto fiorisce e il Grand Canyon non è ancora stipato di turisti e il periodo da settembre a novembre.
Le stagioni migliori per la visita sono la primavera avanzata ed il periodo da settembre a novembre, dato che le estati sono torride ed affollate di turisti e gli inverni con possibili bufere di neve.

Questa zona comprende 4 stati: Arizona, Nevada,New Mexico e Utah

* L' ARIZONA offre almeno due fra le meraviglie naturali più celebri al mondo, il Grand Canyon e Monument Valley (che l'Arizona divide con lo Utah) e appartiene ancora in buona parte alle popolazioni Navajo, Hopi e Apache. Grandi deserti e distese di cactus, pinete con campi da sci gestiti dagli Apache, miniere di rame, cittadine del "selvaggio west" come Tombstone, l'Arizona offre panorami indimenticabili. 

* NEVADA
Sono affascinanti le distese sconfinate e desolate di uno degli Stati più spopolati dell'Unione: un poco più piccolo dell'Italia ha solo 700.000 abitanti. Vale la pena di percorrere la più solitaria strada degli Stati Uniti, che da Reno tocca Ely e prosegue nello Utah, oppure la strada 93 che da Las Vegas giunge ad Ely. I pochi paesini che interrompono le sterminate distese di sagebrush, un cespuglio aromatico e infestante, simbolo dello stato, sono autentici villaggi del Far West.

* NEW MEXICO
Affascinante terra di contrasti come il resto del sudovest con deserti, grotte carsiche, montagne innevate, città spagnole e riserve indiane, ha in più una ricca tradizione data dalla sovrapposizione di culture diverse. Colonizzato nel corso dei secoli da indiani, spagnoli, messicani e yankee, il quadro etnico del New Mexico odierno vede i Navajo a nordovest, gli Zuni a ovest, gli Apache a nord e i discendenti degli spagnoli ad Albuquerque, Taos e Santa Fe. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu la base segretissima del Manhattan Project, che costruì la prima bomba atomica. Il nord dello stato vanta i bellissimi paesaggi della valle del Rio Grande, le due cittadine più belle - Santa Fe e Taos, e diversi villaggi indiani. Al centro, la strada Interstate I-40 – che ho sostituisto la leggendaria Route 66 – porta alla città più grande, Albuquerque. Nel sud selvaggio si trovano le grotte di Carlsbad e vecchi paesi del west. Ovunque la parvenza dell'adobe, mattoni di terra cruda impastati con paglia e fatti seccare al sole, un materiale assai fragile sostituito da solido cemento dipinto in colori simil-terra.

* UTAH
E' lo Stato più spettacolare dell'Unione per i fantastici panorami, che danno la sensazione di trovarsi alle origini della formazione della terra, testimoni di grandiosi sconvolgimenti geologici. Milioni di anni di storia sono esposti all'ammirazione del visitatore, in un ambiente in cui la presenza dell'uomo è assolutamente trascurabile. Lo Utah è grande come due terzi dell'Italia ed ha all'incirca la popolazione di Milano: a parte Salt Lake City e pochissime altre città nei dintorni, è praticamente spopolato e le località indicate sulle carte geografiche sono spesso minuscoli paesini. Gli alberghi (più spesso motel) sono pochi e lontani fra dì loro e si devono percorrere centinaia di chilometri prima di raggiungere un centro abitato che disponga anche di alloggi. Panorami sorprendenti si svelano quasi ad ogni chilometro ed vi è la più alta concentrazione di parchi nazionali di tutto il Paese: in effetti lo Utah potrebbe a buon diritto essere un unico grande parco nazionale.

 

Da vedere


Da vedere

ARIZONA

Phoenix è la città principale dello stato e serve da punto di partenza per la visita dei parchi. La città gemella Scottsdale è una rinomata località di villeggiatura invernale per il clima soleggiato e asciutto.
Il nord dello Stato è senz'altro la parte più interessante e ricca di spettacoli naturali:
Canyon de Chelly. Ripide pareti di arenaria rossa alte fino a 300 m delineano uno stretto canyon in cui trovarono rifugio i Pueblo prima ed i Navajo poi. Il fondo del Canyon può essere percorso solo in fuoristrada con una guida Navajo autorizzata, ma ugualmente spettacolare è la strada panoramica che segue il margine superiore del Canyon. 

Castello di Montezuma

Foresta Pietrificata e Deserto Dipinto. A 40 km da Holbrook, dove si può trovare alloggio, gli alberi di un'antica foresta, trasportati a valle e sepolti sotto ceneri vulcaniche, si sono riempiti di composti minerali formando, su un territorio di circa 40. 000 ettari , la più spettacolare raccolta di alberi pietrificati del mondo.
Il parco comprende anche parte del Deserto Dipinto, oltre 300 km di tavolati, pinnacoli e canyon, che cambiano colore a seconda della luce, creando effetti caleidoscopici. 

Grand Canyon.
Il South Rim, cioè il lato meridionale che misura 2. 300 m s. l. m. è il più visitato, dispone del maggior numero di alberghi e servizi ed è aperto tutto l'anno. A 130 km da Flagstaff, 440 km da Las Vegas, 120 km da Williams, il Grand Canyon si può vedere anche in una giornata:
In auto, percorrendo la strada panoramica che segue il margine superiore del Canyon, con molti spettacolari punti di osservazione che danno prospettive sempre diverse. Il North Rim invece a 2. 600 m s. l. m., è soggetto a pesanti nevicate, ed è aperto solo da fine maggio alla metà di ottobre. A 350 km da Flagstaff, 215 km da Page, 130 km da Kanab nello Utah, che è a sua volta a 120 km dal Bryce Canyon, offre una vista più limitata del Grand Canyon, ma anche scorci di grande suggestione e bellezza. 

Lago Powell e Glen Canyon
Monument Valley
E' a circa 300 km da Flagstaff e a 40 da Kayenta. L'unica sistemazione alberghiera nelle immediate vicinanze di Monument Valley è il Goulding's Monument Valley Lodge, che ha solo 60 stanze ed è quasi sempre completo. Tutti gli altri alberghi si trovano a Kayenta. I celebri torrioni di arenaria rossa si stagliano nel deserto già da lontano. Il fondovalle è percorribile solo in fuoristrada, ma si ha comunque un bellissimo colpo d'occhio dalla terrazza panoramica del Visitor Center. 

Le Riserve Indiane

Un giro dei territori Navajo e Hopi richiede un minimo di 2 giorni. L'itinerario copre circa 700 km: partendo da Flagstaff si raggiunge Ganado, via Tuba City, e da qui, passando per Canyon de Chelly, a Mexican Water, ritornando a Flagstaff via Kayenta. Oltre a Canyon de Chelly, anche Monument Valley è in quest'area. 

A sud:
Tucson

E' il punto di partenza per l'esplorazione del sud dell'Arizona. Negli immediati dintorni si trovano il Saguaro National Park ed il Museo del Deserto di Sonora. Il primo raccoglie una fittissima concentrazione degli splendidi e giganteschi cactus a candelabro; nel secondo sono rappresentati, all'aperto sul declivio di un'altura con uno splendido panorama della valle circostante, tutti gli ambienti e la fauna del deserto tra Messico e Stati Uniti. 

Tombstone, Bisbee

Cittadine minerarie, che mantengono viva l'atmosfera del vecchio west. Tombstone soprattutto vive del passato famoso, con saloon, porticati in legno ed il famoso OK Corral. Si visitano in giornata da Tucson. 

Biosphere 2
56 km a nord di Tucson sorge un gigantesco capannone ricoperto di vetro che ricrea l'ambiente terrestre con 3. 500 specie di piante ed animali in ecosistemi diversi. I visitatori non sono ammessi all'interno.

 

 NEVADA

Las Vegas
Las Vegas è la ragione per cui la maggior parte della gente entra in Nevada. La sua principale attrazione è il tratto di Las Vegas Boulevard South detto "The Strip", con alberghi che sono veri e propri parchi di divertimento, casinò rutilanti di luci, spettacoli non- stop e stelle internazionali dell'intrattenimento. Las Vegas è anche il punto di partenza per le escursioni al Grand Canyon, a Bryce Canyon, a Monument Valley
Lake Mead con la diga Hoover Il lago artificiale, uno dei più grandi del mondo, formato da uno sbarramento della gigantesca diga Hoover sul fiume Colorado è a circa 40 km da Las Vegas. La diga si può visitare, un ascensore conduce nel suo interno.
Red Rock Canyon Valley of Fire Il nome di Valle del Fuoco deriva dal colore rosso dell'arenaria risalente a 150 milioni di anni fa, si trova a 60 km a nord-est di Las Vegas e può essere meta di un'interessante escursione. 

Laughlin
Quasi ai confini con l'Arizona, 120 km a sud di Las Vegas, è una Las Vegas in tono minore, con alberghi e casinò che si allineano sul fiume Colorado. E' possibile anche praticare sport acquatici nel vicino lago Mojave.
Reno
L'altra famosa città del gioco d'azzardo del Nevada, celebre anche come capitale dei divorzi, che qui si ottengono a tempo di record. E' il punto di partenza per esplorare i dintorni. 

Pyramid Lake
A circa 60 km da Reno, è quanto rimane di un lago preistorico che si estendeva per 21. 000 kmq. Le sue acque blu sono ricche di trote, il paesaggio circostante di rocce multicolori erose in guglie e forme strane crea un'atmosfera misteriosa ed affascinante. 

Virginia City
Celebre cittadina mineraria, ai tempi della scoperta dell'oro (1848) e dell'argento (1 859). Il centro mantiene immutato l'aspetto originario. 

Lake Tahoe
Al confine con la California, è una cittadina di villeggiatura (con un buon numero di casinò...) sul bellissimo lago omonimo, circondato da montagne pittoresche.

 

NEW MEXICO

Santa Fe
Situata a 2. 300 m d'altezza sulle ultime propaggini delle Montagne Rocciose che superano qui i 4.000 m, è una città che mescola piacevolmente influenze spagnole e indiane. Si trova inoltre al centro di una zona abitata dagli indiani Pueblo, famosi per il loro artigianato ed i loro dipinti. 

Taos
In realtà si tratta di tre città ben distinte: il Pueblo di Taos, villaggio di americani nativi, è il più antico degli Stati Uniti (ha forse oltre 1000 anni) ed ancora oggi abitato da circa 2. 000 persone. Vi è poi la città di Taos, antico insediamento spagnolo, a cui si sono successivamente aggiunti gli angloamericani. Oggi è una colonia di artisti, su un altopiano circondato da montagne. Infine il Rancho di Taos che è un paesino di case di terra rosso, dedito all'allevamento, con la più bella chiesa coloniale del sud-ovest: la chiesa di San Francesco d'Assisi. 

White Sands
E' uno straordinario deserto di gesso, 600 kmq di abbaglianti dune bianche che costituiscono il più grande deposito di gesso del mondo. Si può visitare in auto seguendo un percorso stabilito. La pista viene chiusa ogni anno in inverno per un breve periodo, in cui vengono sperimentati missili nella vicina base di White Sands Missile Range. La temperatura in estate si avvicina ai 40'C per cui è meglio limitare la visita al mattino. Alloggio disponibile ad Alamogordo, a 25 km, famoso anche come il luogo dove venne studiata e sperimentata la prima bomba atomica. Il cratere formato dall'esplosione è aperto al pubblico il 1° ottobre di ogni anno. 

Carlsbad Caverns
Il più grande sistema di grotte carsiche del mondo, che si estendono per circa 45 km con una profondità massima di 300 m. Note anche come le grotte dei pipistrelli, in quanto nei mesi estivi al tramonto fino a un milione dei piccoli mammiferi alati escono dalle grotte a caccia di cibo. Un giro orientativo delle grotte richiede circa tre ore, ma si può fare anche in metà tempo. Ci sono ascensori che facilitano la discesa e la risalita. La temperatura nelle grotte non supera mai i 13°C.

 

UTAH

 

Arches
A circa 370 km da Salt Lake City e a 8 km da Moab, dove si può trovare alloggio, la roccia di arenaria rosso-arancione formatasi 150 milioni di anni fa è stata modellata dal vento e dall'acqua in incredibili archi, guglie e sottili pareti verticali, che assumono sfumature particolari al tramonto.

Bryce Canyon
A cinque ore da Salt Lake City e a quattro ore da Las Vegas. Ci sono alloggi nell'area del parco. L'altitudine supera i 2. 000 m. Uno straordinario anfiteatro, o meglio dodici anfiteatri irti di guglie di arenaria in tutte le sfumature dal giallo pallido al rosso scuro, circondato da pinete che formano un pittoresco contrasto di colori. Una strada percorre il lato superiore dell'anfiteatro con panorami sempre diversi.

Canyonlands
A 50 km da Moab, 80 km da Monticello la terra dei canyon, la regione dove il Green River confluisce nel Colorado, è una regione assolutamente selvaggia con paesaggi grandiosi unici al mondo. Solo una strada e poche piste non asfaltate, percorribili solo in fuori strada la attraversano.

Capitol Reef
E' una barriera di arenaria rossa erosa in pinnacoli che culminano con una copertura di arenaria bianco-grigia, che crea l'effetto di cupole. Dista 190 km da Bryce Canyon e 15 da Torrey dove c'è un motel. Altitudine dai 1.200 ai 2.900 m.

Cedar Breaks
A circa 40 km da Cedar City, nella regione di Zion e Bryce Canyon., 3. 300 m s. l. m, è un altro anfiteatro spettacolare, profondo oltre 700 m e con un diametro di 5 km, simile al Bryce Canyon, ma con pinnacoli meno fitti e colori ancora più vivaci, circondato da fitte foreste di conifere.

Dinosaur National Monument
A 270 km da Salt Lake City, è il più grande giacimento di ossa di dinosauro, risalenti a 150 milioni di anni fa finora scoperto nel mondo. Si trova in parte nel territorio del Colorado, ma la parte più interessante con lo splendido museo che ospita il fianco della montagna dove sono stati fatti i principali ritrovamento si trova nello Utah.

Il Grande Lago Salato
Vicino a Salt Lake City è quanto rimane del grande lago che esisteva in epoca primordiale e che oggi è il Deserto del Gran Lago Salato ; un paesaggio lunare, completamente disabitato ed attraversato solamente dalla Interstate 80, l'autostrada che collega San Francisco a New York. Poco prima del confine con il Nevada, prima di giungere a Wendover, a circa 190 km da Salt Lake City, si trovano 260 kmq di sale compatto e durissimo, usato come pista automobilistica, dove vennero tentati a più riprese i record di velocità. Ogni anno in agosto o settembre vi si svolgono gare.

Lake Powell
Formato dallo sbarramento del fiume Colorado con la diga di Glen Canyon, è lungo circa 300 km ed ha oltre 3. 000 km di coste. Si può visitare da Page, cittadina situata all'estremità occidentale del lago, nei pressi della diga, o all'estremità opposta da Blanding, che si trova a circa a 150 km. Se si ha tempo vale la pena di fare una crociera sul lago, ricchissimo di pittoresche baie e recessi rocciosi il cui colore rosso contrasta con il blu dell'acqua.

Monument Valley - Natural Bridges
Sono tre ponti di roccia, formati dall'erosione atmosferica che attraversano il White Canyon, a 70 km da Blanding, il posto più vicino dove si può trovare alloggio.

Zion
Giganti di roccia che incombono massicci sulla strada che percorre il fondovalle, che si dirama in stretti canyon laterali, in parte inaccessibili. Il parco è a circa 150 km dal Bryce Canyon, con possibilità di alloggiare nei dintorni (30/60 km) : Sprindale, Mount Carmel Junction o St. George.
 

 

 

Profilo economico - Lingua - Valuta


Economia


Lingua

Inglese, molte altre lingue (soprattutto spagnolo)


Valuta

Dollaro americano (US$)

 

Formalità - Servizi turistici - Salute


Formalità

***IMPORTANTE*** vi ricordiamo che dal 12 gennaio 2009 per entrare negli Stati Uniti sarà obbligatorio presentare la domanda di autorizzazione tramite internet prima di partire. Questo modulo sostituisce la scheda verde che finora è stata distribuita sugli aerei prima di atterrare. Consultate il sito Web di ESTA (https://esta.cbp.dhs.gov/) . N.B. Dal 26 ottobre 2004 per entrare negli Stati Uniti i visitatori dovranno essere provvisti di passaporti a lettura ottica secondo il programma Visa Waiver. (passeggeri con passaporto italiano). Questo requisito si applica a tutti i visitatori, adulti e bambini. A partire da tale data, ai passeggeri sprovvisti di passaporto individuale, non sarà consentito di entrare negli Stati Uniti secondo il programma Visa Waiver. INOLTRE si ricorda che dal 26 ottobre 2005, nell ambito del Visa Waiver Program, su disposizioni del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti, tutti coloro che si recheranno negli USA, dovranno essere muniti di passaporto con foto digitale. Il visto non è richiesto se in possesso di passaporto a lettura ottica rilasciato precedentemente a tale data, pertanto, tutti i passeggeri con passaporto a lettura ottica senza foto digitale, con rilascio successivo al 26 ottobre 2005, dovranno necessariamente essere muniti di Visto. Si ricorda che anche i bambini dovranno avere il proprio passaporto. INOLTRE si ricorda che dal 26 ottobre 2006, nell?ambito del Visa Waiver Program, su disposizioni del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti, tutti coloro che si recheranno negli USA, dovranno essere muniti di passaporto con foto digitale e chip elettronico. Il visto non è richiesto se in possesso di passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato precedentemente al 26 ottobre 2005 o se si è in possesso di passaporto con foto digitale rilasciato precedentemente al 26 ottobre 2006, pertanto, tutti i passeggeri con passaporto a lettura ottica senza foto digitale, con rilascio successivo al 26 ottobre 2005 o con foto digitale con rilascio successivo al 26 ottobre 2006, dovranno necessariamente essere muniti di Visto. Si ricorda che anche i bambini dovranno avere il proprio passaporto.


Servizi Turistici


Salute

Non ci sono particolari controindicazioni sanitarie

 

Abbigliamento - Cucina - Shopping - Elettricità - Telefonia - Foto e video


Abbigliamento


Cucina


Shopping


Elettricità

110V


Telefonia

Per chiamare dall'Italia verso gli Stati Uniti è necessario comporre il prefisso 001 seguito dal numero desiderato e per chiamare dagli Stati Uniti verso l'Italia bisogna comporre lo 0039 seguito dal numero desiderato.


Foto e Video